Il pilota Bora-​​Hansgrohe è secondo nella classifica generale, a soli 7 secondi da Richard Carapaz

Jai Hindley in maglia ciclismo Bora-Hansgrone vuole vincere il Giro d’Italia. Potrebbe non sembrare particolarmente sorprendente, considerando che l’australiano è attualmente secondo in classifica generale, sette secondi dietro il leader Richard Carapaz, ma è piacevole sentire questa onestà.

maglia ciclismo Bora-Hansgrone

 

Dopo un tumultuoso 2021, il ciclista Bora-​​Hansgrohe è tornato ai vertici del ciclismo. Quindi, nonostante sia arrivato secondo nella gara del 2020, non lo ha reso uno dei preferiti per questa gara. Ora, a sei tappe dalla fine, Hindley è senza dubbio uno dei pochi contendenti alla maglia rosa a Verona.

Alla domanda se volesse essere il primo australiano a vincere il Giro d’Italia e solo il secondo a vincere il Grand Tour, ha detto di sì.

“Sì, certo. 100%. Ad esempio, non sono qui per mettere i calzini sui millepiedi. Siamo qui per vincere la gara. Perché no? Se non penso che la squadra possa vincere. Diamo il massimo, diamo il massimo, cerchiamo di vincere la partita”.

L’uomo di Perth è stato così gentile da spiegare che il suo idioma da millepiedi significava che non era qui solo per perdere tempo, era qui per vincere.

18 mesi fa, ha indossato una maglia rosa per un solo giorno al Giro d’Italia 2020 prima di essere battuto da Tao Geoghegan Hart nella cronometro finale di Milano, un’esperienza che ha definito “agrodolce”.

“È bello tornare con questa maglia rosa dopo una sola giornata nel 2020. È agrodolce. Ho avuto anche una stagione piuttosto difficile nel 2021. Quindi per me Personalmente è davvero bello tornare al fine gara. La maglia rosa è un grande motivatore e andrà davvero bene”.

Hindley ha spinto i suoi limiti in questa gara finora, vincendo la tappa Blockhouse, dimostrando che il suo ritmo nella dura tappa di Torino di sabato è appena passato.

La ripresa da quello che ha descritto come un “anno super difficile” la scorsa stagione è stata impressionante. “Posso parlarne tutto il giorno, se vuoi”, ha detto. Vuole dimostrare che il suo podio nel 2020 è stato più di un colpo di fortuna, il che sembra ridicolo al momento.

“È davvero frustrante perché ho concluso il 2020 secondo al Giro e poi ho grandi aspettative per me stesso per il 2021”, ha spiegato. “Voglio davvero dimostrare alle persone, ma voglio dimostrare a me stesso che sono in grado di guidare ai massimi livelli.

“Il 2020 è più di un colpo di fortuna, come pensano molte persone sui social media. È davvero frustrante avere tutte queste battute d’arresto e, sai, tutte queste cose che stanno succedendo, sono davvero un po’ rovinate. Ci è voluto il mio anno l’anno scorso. Non ho perso la concentrazione, nonostante tutte le battute d’arresto, l’anno scorso mi sono allenato davvero duramente per tornare ad alto livello.

“Continuo a perdere la forma dopo ogni battuta d’arresto. È davvero difficile competere a un livello decente. Penso che alla fine il passaggio a una nuova squadra sia come una boccata d’aria fresca, come un nuovo inizio azzerando il pulsante, se lo sei disposto a farlo.”

La maglia ciclismo Bora-Hansgrone è un’ottima maglia da ciclismo. Ci sono migliaia di vestiti da ciclismo sul nostro sito. Puoi sempre contattarci per acquistare maglie da ciclismo economiche. Goditi lo shopping felice!