La forza di Ineos Grenadiers rafforza la fiducia dell’Ecuador

La maglia ti darà una grande spinta alla tua gara. Benvenuti a comprare maglie da ciclismo economiche nel nostro negozio Maglia ciclismo in linea.

maglia ciclismo UAE

 

“Siamo pronti per qualunque cosa ci mettano addosso le montagne. Il tempo non mi preoccupa troppo”.

È l’una del mattino del terzo e ultimo giorno di riposo del Giro d’Italia e Richard Carapaz sembra rilassato dalle sponde del Lago di Garda guardando uno schermo Zoom di giornalisti dall’Italia e da tutto il mondo​​​.

I corridori Ineos Grenadiers stanno rispondendo con calma alle domande sulle ultime sei tappe della corsa rosa. La salita di 18.961m potrebbe essere difficile da martedì, ma Carapaz è dove vuole essere.

L’ecuadoriano ha ottenuto la maglia rosa dopo la tappa di sabato vicino a Torino, ereditandola dopo la partenza di Juan Pedro Lopez. Ha provato qualcosa di spettacolare, attaccando da solo con meno di 30 km. Non ha funzionato, ma ha mostrato le sue intenzioni per questo Giro. È chiaramente il favorito per salire sul podio di Verona domenica prossima, nonostante quattro piloti abbiano chiuso in 61 secondi.

Carapas ha preso la testa della classifica generale nella tappa 14, proprio mentre ha vinto il Giro d’Italia nel 2019; la sua prima vittoria in un Grand Tour e la prima per l’Ecuador. Come tre anni fa, la tappa finale sarà una cronometro nella città in cui Romeo e Giulietta si innamorarono.

“Mi sento meglio di come mi sentivo nel 2019, anche se la vittoria era tutt’altro che certa, quindi mi ha dato più fiducia per la settimana a venire”, ha spiegato ai giornalisti.

Martedì è la tappa regina della gara, con il gruppo che completa una distanza verticale di 5.268 metri. Una delle salite in evidenza è il Passo del Mortirolo, anch’esso parte del Giro 2019, sempre in tappa 16. Gli echi delle sue vittorie passate devono aver confortato Carapaz.

Sabato, penultima giornata, sono stati 4.718 metri di dislivello, compreso il Passo Pordoi, il punto più alto della competizione di quest’anno. I piloti Ineos sono pronti per loro.

“La nostra prossima settimana è più favorevole per noi. Ci sono molti metri di dislivello e ci vuole un lungo viaggio per arrivare in cima alla salita”, ha detto. Queste sono le zone di comfort per Carapas, che metteranno in agitazione i suoi avversari.

“Sono davvero concentrato per essere forte in queste tappe alpine. Abbiamo anche la maglia rosa, che ci dà una motivazione in più per difenderla. Non abbiamo avuto una giornata tranquilla per tutta la settimana. La chiave è concentrarsi, prendere la giornata Giorno dopo giorno, riducendo al minimo le perdite. Siamo pronti a lasciare tutto sulla strada. La squadra rimane calma e ottimista per il futuro della prossima settimana”.

A differenza di altre squadre in testa alla classifica generale, gli Ineos Grenadiers hanno messo tutta la loro energia in un pilota. Mentre il vincitore del Bahrain Mikel Landa e Pelo Bilbao hanno completato la top 10, e Jahindli ed Emmanuel Buchman di Bora Hansgrohe hanno completato la top 10, solo Carla della squadra britannica Paz.

Sono anche puramente una squadra che punta alla vittoria assoluta, a differenza del team Emirates, la cui strategia è stata condivisa da Joao Almeida e dal velocista Fernando Gaviria. Intermarché-Wanty-Gobert aveva una strategia divergente simile prima che Biniam Girmay andasse a casa, con Domenico Pozzovivo attualmente quinto in classifica generale.

“La squadra giocherà un ruolo importante nell’ultima settimana”, ha detto Carapaz

Puoi trovare la maglia perfetta nel nostro negozio Maglia ciclismo in linea. Alta qualità. Acquista ora e ottieni uno sconto. Siete invitati a visitare il nostro sito Web in qualsiasi momento per acquistare abbigliamento da ciclismo.